Verso il derby con Mandzukic al posto di Ibrahimovic: la probabile formazione

La parola d'ordine è dimenticare. Dimenticare la scuffia presa contro l'Atalanta e tornare a proporre bel calcio, senza farsi prendere dall'ansia di vincere. Nelle ultime 3/4 partite infatti, il Milan ha mostrato forse un filo di serenità in meno, giustificata dalla schiacciante responsabilità derivante dell'essere in vetta alla classifica. Ma anche se i rossoneri sono al comando dalla prima giornata, non bisogna dimenticare che l'obbiettivo stagionale è l'ingresso in Champions League, da quel punto di vista si sono portati molto avanti col lavoro. Certo, stando in alto e restandoci così a lungo sale sempre di più la voglia di restarci, è comprensibile e direi anche doveroso, se ti chiami AC Milan. Ma non deve diventare un obbligo, una ossessione: questa squadra, come abbiamo già detto più volte da queste pagine, sta avendo un rendimento che ha superato notevolmente le attese di critici e tifosi. Per tornare a volare bisogna continuare a viaggiare col bagaglio leggero, altrimenti si correrà il rischio di rovinare quanto di bello è stato fatto fino ad ora.

Il derby di Coppa Italia

Pioli e Conte hanno lasciato intendere, il primo sommessamente l'altro in modo più esplicito, che la Coppa Italia non è la priorità in questo momento e anche se il turnover non sarà massivo, comunque alcuni tra gli elementi a cui è stato tirato di più il collo potrebbero riposare. D'altro canto, negli ultimi anni la coppa nazionale era stata per le due squadre un bene rifugio, dava loro la possibilità di aggiustare la stagione che di frequente a questo punto del cammino era già gravemente compromessa. Zlatan Ibrahimovic non fa mistero di giocare dall'inizio e in coppia con Mandzukic, ma difficilmente Pioli lo accontenterà. Approfitterà del neo acquisto per risparmiare allo svedese almeno un tempo, soprattutto considerando che è appena rientrato dopo un lungo infortunio.

La formazione

In porta ci sarà Tatarusanu in luogo di Gigio Donnarumma, squalificato. In difesa Dalot darà il cambio a Calabria sulla destra, mentre Tomori potrebbe debuttare al centro della difesa, affiancando capitan Romagnoli. A sinistra confermato Theo Hernandez. Le redini del centrocampo le terrà Sandro Tonali, mentre Kessie va ai box. Il ballottaggio per occupare la sua casella è tra Meitè e Krunic, con quest'ultimo leggermente favorito. Dietro il già citato Mandzukic dovrebbero giostrare Saelemaekers, Brahim Diaz e Rebic, consentendo anche a Leao di riposare. Per Ibra forse una apparizione nel secondo tempo.